Bugani (M5S) attacca i 5 Stelle: "Hanno espulso chi ha dato il sangue in tutti questi anni per il Movimento. Quesito Rousseau? Demenziale. Grillo? Non lo sento da un anno"

di Simone Gioia

"Se invece di dire la verità ci si inventa un superministero e si mette sulla piattaforma Rousseau un quesito demenziale, che offende l’intelligenza degli iscritti".

Sono le parole di Max Bugani, consigliere M5S a Bologna ed ex socio della piattaforma Rousseau, oggi su Il Fatto Quotidiano.

"Quel quesito non era una cosa seria - prosegue. Grillo aveva promesso un superministero e aveva detto che la Lega sarebbe rimasta fuori dal governo. C’è stata una sommossa affinché si rivotasse. Si manda via gente che ha dato il sangue al Movimento perché ha detto legittimamente no, rifiutando un quesito ridicolo e un governo come ne abbiamo già visti tanti in passato - sottolinea. E sul suo rapporto con il fondatore. Beppe Grillo, dichiara: "In questi anni ci chiamava per spronarci e ci diceva di volare alto. Ma ora, con tutto il bene che gli voglio, vorrei chiedergli io: “Beppe, come mai non riesci più a volare?”, per citare Fabrizio De André. Non ci sentiamo da un anno. E mi dispiace davvero molto, mi creda" conclude.


Altre notizie
PUBBLICITÀ
.